I nuovi cacciatori abilitati alla caccia di selezione devono :

  • Iscriversi all’Albo Regionale dei cacciatori selettori entro il 15 marzo 2020.
  • Compilare la domanda di iscrizione ad un distretto di selezione del cinghiale [modulo_iscrizione_distretto_selezione_cinghiale] e va consegnata alla sede dell’ATC oppure inviata via mail (info@atcrm1.it) o via fax (06/41290266) entro lunedì 16 marzo 2020 con allegato copia del tesserino dell’albo regionale. La domanda deve essere completa di tutte le informazioni per essere ritenuta valida.
  • Registrarsi sulla piattaforma on line GEOHUNTER (link) come cacciatore di selezione.
  • Effettuare entro il 31 marzo 2020 il versamento di € 25,00 sul c/c postale n° 1012737530 intestato a: Ambito Territoriale di Caccia RM1 – Viale Ratto delle Sabine 45, 00131 Roma quale quota di contributo al distretto di selezione per l’anno 2020 [causale: quota contributo distretto selezione cinghiale 2020]. Il versamento va caricato sul proprio profilo della piattaforma Geohunter entro il 31 marzo 2020.

I cacciatori già iscritti ad un distretto dell’ATC lo scorso anno alla caccia di selezione devono esclusivamente:

  • Effettuare entro il 31 marzo 2020 il versamento di € 25,00 sul c/c postale n° 1012737530 intestato a: Ambito Territoriale di Caccia RM1 – Viale Ratto delle Sabine 45, 00131 Roma quale quota di contributo al distretto di selezione per l’anno 2020 [causale: quota contributo distretto selezione cinghiale 2020]. Il versamento va caricato sul proprio profilo della piattaforma Geohunter (link) entrando sul proprio profilo entro il 31 marzo 2020.
  • Effettuare il versamento di € 30,00 sul c/c postale n° 1012737530 intestato a: Ambito Territoriale di Caccia RM1 – Viale Ratto delle Sabine 45, 00131 Roma quale quota di ammissione all’ATC Roma 1 (Residenza venatoria) per la stagione venatoria 2020-21[causale: quota iscrizione cacciatori residenti in provincia di Roma – residenza venatoria 2020-21]. Il versamento va caricato sul proprio profilo della piattaforma Geohunter entro il 31 marzo 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *